Oltre a fare questo…

…per il resto non sono molto esperto quasi di tutto, non conosco un sacco di cose che gli altri mi dicono che dovrei conoscere e la simpatia non è il mio forte.

In compenso amo studiare il comportamento delle persone e non solo per il lavoro che svolgo, ma anche per cercare di capirle e – se posso – aiutarle a realizzare quello per cui lavorano e molte volte lottano.

La maggior parte delle volte sono i clienti che aiutano me, facendomi sentire bene quando mi concedono la loro fiducia e mi danno la soddisfazione di vedere che il mio lavoro li aiuta a risolvere i problemi e progredire realizzando progetti anche di successo.

Dirvi i nomi delle aziende e le organizzazioni per le quali ho lavorato a partire dal 1976 è arduo, ma vi garantisco che se mi chiedete delle referenze vi manderò un grosso tomo da leggere che vi procurerà una noia mortale, anche perché ci troverete solo i nominativi delle centinaia di aziende per le quali ho sviluppato progetti vincenti.

Tra le mie referenze non troverete aziende per le quali, pur mettendoci tutta la buona volontà e trovando soluzioni adeguate, non mi hanno permesso di fargliele intraprendere, quasi sempre per orgoglio o mancanza di fiducia.

In certe situazioni mi hanno chiamato a collaborare quando era troppo tardi e i buoi erano già scappati dalla stalla, in altre ho proposto – a loro dire – soluzioni troppo innovative da sembrare voli pindarici e quindi non comprese.

Si trattava di imprenditori o responsabili di aziende che non erano in grado, o non lo erano mai stati, di volare in alto per ottenere, come in mongolfiera, una visione più estesa delle cose, una visione che comprendesse anche le zone circostanti fuori dal territorio di loro conoscenza, zone nelle quali le vie di uscita e di sviluppo c’erano, ma guardando dal loro punto di vista non si potevano vedere e quindi si ostinavano a credere che fosse giusto stare con i piedi ben piantati a terra, anche se con il temporale che stavano affrontando ben presto il terreno solido si sarebbe trasformato in palude o fango.

La concretezza negli affari è un valore che però in certi casi va sottratto dal calcolo del capitale complessivo, soprattutto quando questa offusca ulteriormente la visibilità in una giornata che di suo ha già alzato una cortina di nebbia.